Visualizzazione post con etichetta dolci. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci. Mostra tutti i post

lunedì 16 marzo 2020

CREMA PASTICCERA VEGAN DI MAVI


Ciao a tutti,

crema pasticcera con cous cous
La meravigliosa Mavi, mi ha insegnato tramite la condivisione delle sue ricette, questa fantastica versione della crema pasticcera. Un altro mondo rispetto alle creme classiche addensate sul fornello.

Ingredienti: 
- 1 parte di cous cous
- 2 parti di latte vegetale (io suggerisco quello di riso) o acqua
- dolcificante (qualche dattero o malto o sciroppo di cereale)
- buccia di limone o vaniglia in polvere (non vanillina)
- un micro pizzico di curcuma

Come vedrete gli ingredienti non sono per nulla precisi, io non ho mai pesato nulla per prepararle perchè è una crema anarchica. Ci lascia piena libertà sulla densità, sul livello di dolcezza e anche su quando farla sapere di limone (o vaniglia). E' facilissima!

Scaldare la bevanda veg e prima del bollore versarla sul cous cous e i datteri a pezzetti, coprire e far idratare per bene il cereale. Quando sarà gonfio e la temperatura scesa, frullare con un mixer o un frullatore a immersione e aggiungere ancora latte se serve, buccia di limone (e/o vaniglia) e curcuma. Se volete dolcificare con sciroppo o malto aggiungetelo ora, per gradi fino a ottenere il gusto desiderato (si, è un'ottima scusa per assaggiare!)
La crema ottenuta si conserva in frigo per qualche giorno, è perfetta da spalmare ma anche da usare come farcitura di vari dolci.

lunedì 9 marzo 2020

CREMA DOLCE SPALMABILE AI FAGIOLI



Ciao a tutti,


siamo abituati ad associare i legumi a qualcosa di salato e magari pesante. Niente di più errato! 

Oltre a costituire una fonte proteica vegetale altamente valida e digeribile (altro che proteine nobili che in dosi massicce sono passate alla storia per aver portato la gotta e altri mali), i legumi, possono essere usati anche nei dolci.
Pensiamo alla marmellata orientale di azuki (soia rossa).

Ne avevo già parlato qui, ma oggi vi posto la ricetta di una crema spalmabile migliore della precedente, sempre a base di fagioli rossi. Potete usare i fagioli che preferite, se potete optate per quelli secchi (reidratati e cotti) e non per quelli in barattolo.

- 300 gr circa di fagioli ben cotti ( io ho utilizzato i lamon)
- 5/6 datteri ( o un cucchiaio di zucchero di canna)
- cacao (circa due cucchiaini.. ma dipende da quando la volete "dark")
- un cucchiaino di olio di semi

Prendere i fagioli, unire i datteri e passare con un frullatore a immersione ( o un mixer potente) che vi permetta di ottenere una crema liscia ,omogenea e un pò morbida... In questa fase possiamo aiutarci con un pò di latte vegetale o semplice acqua. Unire l'olio, frullare ancora e poco per volta il cacao fino a quando non avremmo raggiunto una crema ben densa e cioccolatosa.

Se vi accorgete che è troppo densa aggiungere un altro pò di latte vegetale, al contrario se troppo liquida cacao amaro in polvere. Si conserva tranquillamente in frigorifero per alcuni giorni.

venerdì 6 marzo 2020

CIOCCOLATINI PER TUTTI I GUSTI


Ciao a tutti,

oggi vi propongo un pò di idee per fare dei buonissimi cioccolatini dei più disparati gusti.
Ottimi da tenere in una scatola ermetica e da tirare fuori a fine pasto, magari con un buon caffè (per chi lo ama).

Ingredienti:

- cioccolato fondente in tavoletta (la percentuale di cacao dipende dai vostri gusti, io mi orienterei sul 75/80%), cioccolato bianco di soia, cioccolato con latte di riso, gianduia (senza latte o burro), ecc ...

- frutta secca a piacere (nocciole, mandorle,anacardi, noci, ecc ...)

- scorza d'arancia, peperoncino, cannella, ecc.. (aromi vari meglio se non sintetici)

Basterà sciogliere a bagno maria, col fuoco basso, il cioccolato .. Qualche pezzo per volta in modo da poterne fare di diversi gusti e versare negli stampini (meglio in silicone ma vanno bene anche quelli piccoli per il ghiaccio).

Mi rendo conto che sciogliere cioccolato e mescolarlo ad altri ingredienti non può essere considerato cucinare, ma per chi vuole gustare un cioccolatino di qualità e non dovere accettare ingredienti discutibile (ammesso e non concesso che siano tutti vegetali) trovo possa essere un'idea utile.

Questi sono quelli che abitualmente faccio:

- fondente + arachidi e datteri (bastera tritarli grossolanamente e inglobarli al cioccolato fuso
-fondente + noci, cannella e scorza d'arancia (bastera tritare grossolanamente le noci, mettere un pizzico di cannella e una grattata di scorza d'arancia)
- fondente + mandorle tostate (io le lascerei intere)
- fondente + un pizzico di caffè in polvere e cannella
- fondente + granola o flakes di mais (supercroccanti!)
- fondente + cioccolato bianco di soia e una nocciola centrale (uno strato di fondente, nocciola centrale e ricoprire con il cioccolato bianco)
- gianduia + nocciole (il gianduiotto in pratica)

lunedì 17 febbraio 2020

CROCCANTE DI BENEVENTO (RIVISITATO)

Ciao a tutti!
Avete mai assaggiato il croccante in questione? Si tratta di una sorta di torroncino di frutta secca ricoperto al cioccolato, che lo dico a fare, squisito. Però davvero troppo troppo zucchero.

Dopo vari tentativi sono arrivata a una versione che si può fare tranquillamente a casa, quindi avendo il pieno controllo degli ingredienti.

Ci occorrono:

- 80 gr di frutta secca (noci, nocciole, mandorle nel mio caso)
- 5-6 datteri ammollati
- cioccolato fondente di qualità

Tritare i datteri con un mixer che permetta di ottenere (con l'aggiunta di un goccino d'acqua o latte di riso) una crema molto densa e omogenea (meglio non ci siano pezzettini).

Unire al "caramello di datteri" la frutta secca tritata grossolanamente a coltello, ottenendo un composto vagamente modellabile. Ora su un foglio antiaderente (o un foglio di carta forno) formare delle strisce abbastanza larghe e non troppo alte (compattando minuziosamente) e porre in essicatore a 50°c per 8/10 ore; sono abbastanza convinta che lo stesso processo si possa fare col forno lavorando a temperature molto basse ovviamente in molto meno tempo.

Il composto una volta freddo si dovrà presentare ben secco: un croccante appunto. 
Tagliare a coltello dei pezzetti della misura che desideriamo e passarli nel cioccolato fatto fondere a bagnomaria.
Disporre su una gratella o su un foglio di carta forno e porre in frigorifero per agevolare il raffreddamento (e l'indurimento) della copertura di cioccolato, ci vorranno pochi minuti.

Si conservano a lungo in una scatola ermetica, meglio in frigorifero.

Noi li adoriamo come dolce di fine pasto, ma tutto sommato anche come snack non sono male.

lunedì 20 gennaio 2020

IL FROLLINO PERFETTO


Ciao a tutti!




Il bello dei biscotti fatti in casa? che ogni volta escono con delle piccole o grandi differenze e sono meravigliosamente imperfetti nelle forme. Negli anni ho cercato la mia personale versione del classico frollino: leggero, fragrante e non troppo zuccherato.

Oggi vi propongo dei biscotti che profumeranno tutta la cucina, se non la casa.






Ingredienti:

- 200 gr di farina integrale (o un mix di farine che preferite)
- 5/6 datteri tritati o 30 gr di zucchero di canna
- 30 gr di olio di semi
-  latte vegetale (ottimo quello di riso)
- lievito fatto in casa ( 2 gr di bicarbonato + 1 cucchiaino di aceto)

Ingredienti facoltativi (a scelta e abbinati a vostro gusto) :

- una punta di cucchiaino di vaniglia in polvere
- gocce di un buon fondente
- scorza di arancia o limone (bucce non trattate)
- una manciata di nocciole tritate

Unire gli ingredienti secchi, l'olio, il lievito e per ultimo la bevanda vegetale poco per volta, lavorando l'impasto sino ad ottenere una consistenza tipo pasta frolla. 
Riporre in frigo in un contenitore ermetico per una mezz'ora. 
Stendere l'impasto con il mattarello e tagliare le forme a nostro gusto, cercando di mantenere uno spessore di circa poco meno di un centimetro. 
Infornare a forno caldo a 180°C per 15/20 minuti. Non fatevi ingannare se sembrano ancora morbidi, il segreto è interrompere la cottura quando sono appena colorati e lasciarli lì, con il forno spento e la portiera aperta.




lunedì 23 dicembre 2019

ZUCCAMISU'

Ciao a tutti!


Io adoro la zucca, in tutte le sue declinazione.
Mi viene da ridere quando mia madre mi chiede (nessuno dei miei ama questo ortaggio): " Ma tu come la mangi la zucca?" ... La vera domanda sarebbe come non la mangio....

Oggi rivisitiamo il classico tiramisù, goloso e leggero in modo da poterselo gustare senza sensi di colpa.






Ingredienti per due porzioni:

- 3 o 4 fette biscottate sbriciolate grossolanamente (meglio integrali e di qualità)
- 1 tazza di purea di zucca (semplice zucca cotta in precedenza al vapore o al forno)
- 5 datteri
- latte di riso
- 2 tazzine di caffè
- cacao in polvere

Frullare la zucca con un pò di latte di riso e i datteri a pezzetti. Se non avete un frullatore potente meglio ammollare i datteri in un pò di latte tiepido per circa 15 minuti.
Otteniamo così una crema morbida dalla consistenza vellutata.

Disporre le fette sul fondo dei bicchierini o delle ciotoline( saranno monoporzione), versare una tazza di caffè su ognuno e ricoprire con la crema preparata in precedenza livellando la superficie.
Spolverare col cacao, rigorosamente amaro.

Io lo amo così con il caffè ancora tiepido, ma sicuramente avendo il tempo (e la pazienza) di farlo riposare alcune ore diventerà tutto più avvolgente.

lunedì 2 dicembre 2019

CREMA DI CASTAGNE SPALMABILE

Ciao a tutti,

oggi prepariamo una golosissima crema dolce spalmabile. Facile, veloce, economica, vegan e senza zuccheri aggiunti.
Non so se avete dato un'occhiata sugli scaffali dei supermercati ma le creme di marroni contengono generalmente metà crema del frutto e metà zucchero (o peggio ancora sciroppo di glucosio o altro). Quindi,per quanto mi riguarda, possono rimanere là a prendere polvere.

Ingredienti per un vasetto :

- 25 castagne medie ( o marroni) circa lessate o cotte al vapore
- 5 datteri al naturale
- latte di riso
- una punta di polvere di vaniglia

Noi qui a casa abbiamo inciso e cotto al vapore le castagne per una ventina di minuti, poi aperte per ricavarne la polpa; ma se volete alleggerirvi il lavoro potete prendere le castagne secche, ammollarle e cuocerle.
Frullare le castagne a pezzetti (devono essere belle morbide), con i datteri e la bevanda di riso necessaria a dare la giusta consistenza. Ora si può aggiungere la vaniglia (non la vanillina mi raccomando).

In frigo si conserva almeno 4-5 giorni, di più non saprei dire poichè a noi non dura a lungo!

lunedì 18 novembre 2019

"BISCOTTONI" CRUDISTI ENERGETICI

biscotti senza forno crudistiCiao a tutti!


Oggi realizziamo questa delizia con pochi ingredienti ma tanta soddisfazione.
Io li adoro di inverno, magari me ne porto uno in borsa per fare merenda.






Ingredienti per 5/6 biscotti abbastanza grandi:

- 3 banane molto mature (avete presente quelle in sconto perchè molto mature? quelle)
- 5 datteri a pezzetti o una manciatina di uvetta
- una manciatina di frutta secca a piacere grossolanamente tritata
- 2 cucchiai di cacao amaro in polvere o cocco rapè (facoltativo)*
- 6 cucchiai circa di fiocchi di cerali (anche sola avena se preferite)

*Se non mettete il cacao calcolate un cucchiaio in più di cerali in fiocchi.

Schiacciare la banana con la forchetta (non con il mixer poichè diviene troppo liquida), amalgamare datteri, frutta secca (nel mio caso arachidi) e cacao col cucchiaio. Quando il composto è uniforme aggiungere gradualmente l'avena.
Ora avremmo un composto cremoso ma abbastanza denso ( non durissimo).

A cucchiaiate o con l'aiuto di un coppapasta formare i nostri biscotti, tenendo lo spessore di circa un cm. Io li dispongo su un piano antiaderente dell'essiccatore (o un foglio di carta forno) e faccio essiccare per 5-6 ore a 50°C. Poi dipende che risultato vogliamo ottenere : per un biscotto più croccante servirà più tempo... Per uno morbido, come lo preferisco io, basterà quello indicato.

 A metà cottura con una palettina giriamoli, questo li renderà asciutti uniformemente e velocizzerà un pò il tutto. In questa operazione bisogna essere delicati poichè saranno ancora piuttosto morbidi... Ma no, non temete, poi si sistemano.

Se non possedete un essiccatore, sono certa si possa fare anche in forno tenendolo al minimo e controllando spesso. Oppure se proprio avete fretta a 180°C per circa 20 minuti.

Conservare in frigo.





lunedì 30 settembre 2019

BUDINO D'UVA


ricetta budino d'uva senza zucchero fatto in casaCiao a tutti,
con non poca tristezza penso che anche quest'estate sia andata.. Mi auguro ci sia un bell'autunno tiepido che ci regali preziosi raggi di sole tra i colori ambrati che solo in questa stagione appaiono.
E' tempo d'uva e io ne adoro il succo ricavato con l'estrattore .. Lo definisco il vino analcolico.
Con il succo d'uva possiamo ricavare un budino buonissimo, naturalmente dolce.

Ci occorrono:
- 250 ml di succo d'uva 
- 25gr di farina o amido

In un pentolino mescolare (a freddo) l'amido e il succo, accendere la fiamma e rigirando continuamente con la frusta o col cucchiaio ottenere una crema densa e senza grumi. 
Travasare in un contenitore e far raffreddare. Servire a temperatura ambiente così com'è o ricavarne dei semi freddi intervallando fette biscottate o biscotti secchi al budino.
Io adoro il mix uva bianca e uva fragola, è delizioso!

lunedì 9 settembre 2019

LIEVITO ISTANTANEO FATTO IN CASA


lievito fatto in casa con due ingredienti, aceto bicarbonatoCiao a tutti!

Questa polvere lievitante facilissima di realizzare ci libererà dall'acquisto di lieviti istantanei industriali. Lo possiamo utilizzare per tutte le preparazioni "veloci" come torte, biscotti, pancake, torte salate, ecc..E' facilissimo da realizzare.

Per 500 gr di farina servono:
- 4 gr di bicarbonato (cucchiaini)
- 1 cucchiaino di aceto

In un piccolo contenitore mettere il bicarbonato, aggiungere l'aceto, mescolare (godendoci l'effervescenza della reazione acido-basica), e unire per ultimo ingrediente all'impasto che dobbiamo preparare, lavorandolo come di consueto.

lunedì 2 settembre 2019

GELATO IN STECCO FAI DA TE (GUSTO SNICKERS)

nicecream veganCiao a tutti!

Siamo agli sgoccioli coi caldi estivi e vi propongo un gelato sano, fatto in casa e senza zuccheri aggiunti. Il "gusto" in questo caso vuole ricordare la barretta (non vegan, non salutare, non prodotta da un'azienda etica) snickers.

Non sò se capita anche a voi ma spesso quando faccio la spesa trovo confezioni di banane maturissime molto scontate, così ne approfitto e le compro, difficilmente altrimenti acquisto questo tipo di frutti. La trovo un'ottima azione di economia ed ecologia (poichè altrimenti andrebbe tutto buttato ..Un pò come per i prodotti scontati che sono in scadenza) sia per il venditore che per il consumatore.
Ci sono molte ricette che permettono di utilizzare banane mature (oltre ovviamente a mangiarle tal quali!) come il banana bread, il nice cream, i biscotti con l'avena (magari essiccati), ecc..

gelato di banana veloce cacao Ingredienti per circa 3 gelati* :
* io ho gli stampini di ikea che sono piuttosto piccoli

- 2 banane medio/piccole
- 2 cucchiaini di cacao
- una manciata di arachidi tritate grossolanamente

Schiacciare delle banane ben mature con la forchetta, unire il cacao e le arachidi. Non frullarle e specialmente non aggiungere del liquido (bevanda vegetale o acqua che sia) poichè il risultato altrimenti è piuttosto ghiacciato.
Versare il tutto nello stampino e mettere in congelatore per almeno 6/8 ore. Finito !

Se volete dare uno sprint in più, una volta congelato, potete ricoprire lo stecco con del cioccolato fondente fuso.

Al momento di consumare il vostro gelato attendete circa 1 minuto in modo che si scongeli un pochino, vi stupirà la cremosità ottenuta semplicemente da un frutto.
No olii strani, no panne, no emulsionanti,  niente trucchetti.

lunedì 26 agosto 2019

3 IDEE PER UTILIZZARE L'OKARA (DI SOIA)


Ciao a tutti!

Tempo fà parlando di latte vegetale (o bevanda vegetale per i precisetti) autoprodotto, abbiamo accennato fatto che non si butta niente e oggi vi dò qualche esempio di come riutilizzare l'okara (buccia) in questo caso di soia.

Nell'opera di filtraggio del liquido ci ritroveremo con una bella quantità di polpa nel colino, ecco 3 idee per utilizzarla:


Crackers di soia e frumento

ricetta con scarto okara, grissini scarto latte soia
- 100 gr di okara
- 100 gr di farina di grano tenero integrale (o un altra farina a vostro gusto, anche senza glutine)
- un pizzico di sale
- 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
- 100 ml circa d'acqua
- semini, aglio in polvere, erbe aromatiche (quello con cui volete aromatizzare, altrimenti lascateli al naturale che sono comunque ottimi)

Mescolare gli ingredienti secchi poi unire l'olio e l'acqua sino a ottenere un impasto omogeneo e compatto. Andate adagio ad aggiungere l'acqua poichè la quantità dipende anche da quanto umida è la vostra okara. Stendere delle sfoglie abbastanza sottili con l'aiuto di un pò di farina e il mattarello.
Cuocere al forno per circa 15 minuti a 180°C in modalità ventilata.



Tartufi dolci alla frutta secca e okara

tartufi vegani con scarto latte soia- qualche cucchiaio di okara
- qualche cucchaio di frutta secca tritata finemente (mandorle, noci, nocciole,ecc..)
- 1 cucchiaio di malto (o un cucchiaio di uvetta o 3 datteri ammollati e frullati)
- un pizzico di cacao e di cannella
- un cucchiaino di vino Porto o Marsala

Le dosi di questa ricetta sono totalmente a occhio in quanto preferisco farne sempre dosi piccole poichè devono essere conservati in frigo per pochi giorni. Altrimenti, se ne fate tanti, meglio congelare. 
In pratica, unire tutti gli ingredienti, trovare la giusta consistenza (morbida ma manipolabile) e formare delle palline o utilizzare dei piccoli stampini . Riporre in frigo per qualche ora prima di consumare in modo si compattino.
Il mio esempio di aromatizzazione vuole ricordare in qualche modo il gusto del cannolo siciliano.
Ma ovviamente potete farli come più preferite (vaniglia, cacao, carruba, ecc ..)




Polpette di okara e ortiche

polpette con scarto latte soia- 100 gr di okara
- 2 cucchiai di parmiveg (o anacardi tritati o lievito alimentare)
- Una manciata di ortiche al vapore frullate sottili (o anche biete, spinaci, erbette miste)
- sale, pepe, olio
- pangrattato

Impastare l'okara con le ortiche, aggiungere il parmiveg, regolare di sale e pepe. Unire un filo d'olio.
Se l'impasto vi sembra troppo morbido o le volete più fragranti aggiungere qualche cucchiaio di pangrattato. A questo scopo anche una patata lessata e schiacciata è ottima (giusto per da un'idea gluten free).
Dorare in padella o al forno (gratin) per una decina di minuti.
Nella foto li ho realizzati con carote e patate, ma ovviamente le combinazioni sono infinite.








Un'altra idea jolly è quella di essiccare l'okara di soia (nell'essiccatore o in forno a bassissima temperatura e sportello un pò aperto) e conservarla in dispensa...
Oppure darne qualche cucchiaio ai vostri animali più o meno domestici :)





lunedì 19 agosto 2019

GRANOLA CROCCANTE FATTA IN CASA


granola sana, croccante, con frutta secca Ciao a tutti !

Oggi ci facciamo in casa una golosissima granola. Lo sò la vendono già bella e pronta.. MA è piana di zuccheri e costa parecchio nella maggior parte delle volte. Così perchè non sperimentare a casa qualcosa di semplice e gustoso e ... personalizzabile.

Ingredienti:
- avena o mix per muesli (senza zuccheri o schifezze)
- frutta secca : mandorle, nocciole, noci, anacardi, pecan, semini ... quello che avete a casa o vi và
- frutta essiccata : cocco, uvetta, datteri, prugne, albicocche...
- malto/ sciroppo d'agave/ sciroppo d'acero* (facoltativi)

In una terrina mettere l'avena o il muesli in quantità generose (almeno due tazze), la frutta secca tagliuzzata grossolanamente e se volete spezie (esempio cannella o zenzero) o bucce di agrumi (rigorosamente non trattate). Aggiungere circa un paio di cucchiaio di sciroppo o malto e lavorare con le mani fino a che non l'avremo sparso bene e si saranno formati dei micro o macro (dipende da l risultato che ci piace) pezzettoni che diventeranno croccanti.
*Ho messo quest'ultimo ingrediente come opzionale perchè lo si può sostituire con frutta essiccata frullata fino ad avere la consistenza di una crema densa o della mela o della banana frullata (senza aggiungere acqua).

granola muesli croccante crudista sano zero zuccheri aggiuntiOra disporre nell'essiccatore a 45/50°C  per un paio d'ore, avendo cura di tanto in tanto (un paio di volte) di andare a rigirare con le mani un pò il composto e rompere i pezzi troppo grandi.
Se non si dispone di un essiccatore utilizzare il forno al minimo in modalità ventilata stando attentissimi a non bruciare tutto.

Tirare fuori la granola, farla raffreddare e aggiungere la frutta essiccata o anche il cioccolato a piccoli pezzi. Si conserva in un vaso ermetico per molto tempo.

Ottimo sullo yogurt, sul gelato, sulla frutta fresca.



martedì 6 novembre 2018

MOUSSE DOLCE DI AVOCADO

mousse avocado dolce dessert veganCiao a tutti!
Latitante come non mai torno a scrivere sul mio amato/dimenticato blog.
Oggi propongo una mousse dolce a base di avocado, ottima per guarnire torte e muffin.
Da sola la sconsiglio perchè è davvero pesantina.

Io amo l'avocado più d'estate che in questo periodo, ma è ora che maturano gli avocadi del sud italia/spagna .. Ed è un peccato non deliziarci di questi nutrientissimi frutti proprio adesso che non devono arrivare dall'altra parte del mondo!

Per ottenere questa bella crema densa non dovremmo far altro che frullare ( frullatore a immersione o quello per i frullati )un avocado, un pochino di latte vegetale o acqua, 1 cucchiaio di zucchero di canna e cacao amaro (parecchio perchè deve un pò stemperare il gusto caratteristico del frutto).

Otterremo una mousse molto densa e tremendamente cremosa.

Un ottima variante a creme con grassi di dubbia provenienza. Fatemi sapere se provate o avete varianti ^-^

domenica 8 aprile 2018

TRECCIA DI PANBRIOCHES

Ciao a tutti!

pane dolce vegan fatto in casa

Oggi propongo (sfruttando il contest we veg) un pane diverso dall'ultimo pubblicato.. Più morbido e dolce, ottimo per merenda o la prima colazione (o quello che volete :) )

pane dolce vegan fatto in casa
Ingredienti:
- 400gr di farina integrale
- 10gr di lievito di birra fresco
- 50gr di olio extravergine di oliva o olio di semi spremuto a freddo
- 250/300ml di bevanda di soia tiepida
- 100gr di uvetta ammollata
- vaniglia in polvere e/o buccia di limone (non trattato ovviamente)
panbrioches dolce vegan fatto in casa
- qualche cucchiaio di marmellata densa (nel mio caso di susine)


Preparo il "lievitino" sbriciolando il lievito in un pochino di bevanda di soia tiepida, aggiungendo qualche cucchiaiata di farina per creare una specie di pastella.
panbrioches dolce vegan fatto in casa
Nel frattempo metto nell'impastatrice (oppure procedo a mano) la farina, buccia di limone e/o vaniglia e l'uvetta sultanina. Aggiungo l'olio e per ultimo il lievitino. Poco per volta verso anche la bevanda sino ad ottenere un bell'impasto morbido e idratato ma allo stesso tempo compatto e non appiccicoso.
Lascio lievitare almeno due ore in un luogo tiepido coperto con pellicola o un canovaccio umido.
Riprendo l'impasto e lo stendo aiutandomi col mattarello e un pò di farina, ricercando una forma tondeggiante. Spalmo la marmellata scelta e arrotolo. Taglio il cilindro ottenuto in due parti uguali nel senso della lunghezza e intreccio, tenendo la parte dove c'è la marmellata sempre verso l'alto.
Lascio lievitare ancora due ore al tiepido coprendo lo stampo (nel mio caso da plumcake) con pellicola. Inforno (a forno già caldo) il dolce a 180 c° per 30/minuti.
Ottimo tiepido!

panbrioches dolce vegan fatto in casa














venerdì 23 marzo 2018

TORTINE W LA FRUTTA

Ciao a tutti!

muffin vegan frutta senza zucchero


Altra ricettina ispirata al contest WeVeg che per questo mese  indicava questi tre ingredienti: farina integrale, marmellata e latte di soia.
Io ho optato per delle tortine dolci soffici con solo zuccheri della frutta.
Ingredienti per sei tortine

- 150 gr di farina integrale
- 30 gr di olio di girasole
- 10 datteri (o 2 cucchiai di uvette) fatti ammorbidire in 130 gr circa di bevanda di soia tiepida
- una puntina di cucchiaino di lievito per dolci
- vaniglia in polvere o buccia di limone (non trattata ovviamente)
- marmellata (meglio se fatta in casa e senza zucchero)


muffin vegan frutta senza zucchero
Frullo subito i datteri con la bevanda di soia, in modo da ottenere una cremina che andrà a dolcificare naturalmente le nostre tortine.
Raduno in una ciotola gli ingredienti secchi : farina e lievito, aggiungo l'olio, vaniglia  e/o buccia di limone e la cremina ottenuta prima. L'impasto dovrà risultare morbido ma allo stesso tempo consistente e non troppo liquido. Se occorre aggiungere altro latte di soia.
Prendo la formina e la riempio con uno strato non troppo spesso di impasto, ricavo col cucchiaino una piccola conca nel quale disporre un cucchiaino di marmellata, richiudo con altrettanto impasto delicatamente come fosse un coperchio. Faccio lo stesso con le altre tortine sino a esaurire l'impasto.
Inforno a 180°C per circa 20 minuti.

mercoledì 28 febbraio 2018

CANNOLI VEG-SICILIANI

Ciao a tutti !

cannoli siciliani vegan ricetta

Oggi finalmente mi decido a condividere una ricetta che ho fatto almeno una decina di volte, semplice e davvero gustosa : si tratta di rivisitare il cannolo siciliano.
Il problema più grosso è sostituire eticamente la ricotta. L'alternativa che propongo è una cagliata (ricotta) a partire dal latte di soia. Sò benissimo che questo legume è molto discusso (rischio ogm, intolleranze, ecc.. ) ma è l'unica materia che mi permetta di ottenere un buon risultato, e dal canto mio, è sempre meglio che sacrificare mucche e vitelli. Se avete altre opzioni sono tutta orec

chie!
Io ottengo la mia ricottina così, l'importante è usare un latte di soia (senza zuccheri o ingredienti strani) che contenga almeno il 3% di grassi. In alternativa nei negozi bio si trova il silky tofu o potete frullare il tofu classico a panetti riducendolo una crema, vi avverto che il risultato non sarà uguale ma è comunque una buona alternativa per ridurre i tempi e sbattersi un pò meno ^_^

cannoli siciliani vegan ricettaCi occorrono:

Per la pasta:
(5/6 cannoli)

- 150 gr di farina integrale di grano tenero
- 30/40 di zucchero di canna
- 1 cucchiaio d'olio di semi a scelta
- 50 ml di marsala / porto o altro vino liquoroso
- 1 cucchiaino di cannella
- mezzo cucchiaino (o anche meno) di cacao

Per il ripieno

- ricotta di soia
- sciroppo d'agave o malto
- cioccolato fondente a pezzettini ( o le classiche gocce)
- scorze di limone e arance bio non trattate


Decorativo/ opzionale
- granella di pistacchio o mandorla

Unisco in una terrina tutti gli ingredienti per fare i cannoli, impasto bene sino a ottenere un un composto elastico e omogeneo. Se dovesse servire aggiungo un pò di marsala (o altro liquore a scelta). Lascio riposare una mezz'oretta l'impasto coperto.
Stendo la pasta formando dei cerchi allungati,e faccio aderire le sfoglie agli appositi attrezzi per fare i cannoli unti precedentemente di olio per rendere possibile il distacco una volta che saranno cotti.
Se non li possiedo niente paura, posso crearli facendo dei cilindri con l'alluminio in fogli o con delle vecchie vaschette anch'esse in alluminio. Dal web si trovano parecchie idee.
Sigillo bene dove la pasta combaciano i lembi e metto in forno per 10/15 minuti a 180°c con la modalità ventilata. Attenzione a non bruciarli! l'impasto sarà un pò scuro già in partenza (farina integrale, zucchero di canna, cacao... ) non fatevi ingannare!
Nel frattempo che si staranno raffreddando le cialde, prepariamo la ricotta dolce. Uniamo semplicemente alcuni cucchiai di malto (o sciroppo) alla ricotta "base", il cioccolato a pezzetti e le buccette di arancia o limone (senza la parte bianca che è amara) anch'esse ridotte a pezzettini. Vado per gradi e a occhio con il dolcifcante. Assaggiate, fino a quando non sarete soddisfatti dalla farcia (magari senza finirla perchè è deliziosa!).
Stacco i cannoli dai cilindri, riempo con la ricotta dolce e tampono le estremtà con dei pistacchi tritati.
Se riposano un pò in frigo saranno più saporiti ma meno fragranti, a voi la scelta.

venerdì 1 dicembre 2017

CREMA ALLE NOCI E CANNELLA (CRUDISTA)

Buongiorno a tutti,
oggi vi propongo una ricetta semplice (come quasi sempre) e crudista. Sfrutto un contest lanciato dalla rivista mensile "WE VEG".
L'unica "rottura" è mettere in ammollo le noci per almeno 5-6 ore.

crema noci cannella senza glutine crudistaCi occorrono:
(per una porzione)

- 50 gr di noci (ammollate almeno 5-6 ore)
- 50 ml circa di acqua
- dolcificante (a scelta tra : 2 datteri ,un  cucchiaio di uvette ammollate o un cucchiaio di malto)
- cannella
- melograno

Con un mixer abbastanza potente frullo le noci, il dolcificante scelto, l'acqua e un pizzico di cannella.
Dispongo su un piatto la crema ottenuta aiutandomi con un coppapasta, presso con un cucchiaino e sformo il dessert. Decoro infine
il piatto con i semi di melograno e la cannella.
(Se non lo servite subito riporlo in frigorifero)

martedì 30 maggio 2017

TORTA SOFFICE O PLUMCAKE VEGAN

Ciao a tutti!
condivido questa ricetta che faccio con soddisfazione da anni, trovata da questo bel canale yt.
La utilizzo principalmente per preparare il plumcake, ma l'ho utilizzata con soddisfazione per creare pan di spagna da farcire con creme ecc.. ottima sempre e piace a tutti.

plumcake vegan dolce senza latteIngredienti
- 250 gr di farina integrale
- 80/100 gr di zucchero
- 240 gr latte vegetale o acqua
- 60 gr olio di semi bio
- lievito per dolci/ cremor tartaro
- polvere di vaniglia/ aroma naturale/gocce di cioccolato fondente/ semini/ frutta secca ... tutto quello che volete! (opzionale)

Raduniamo in una ciotola gli ingredienti secchi, l'olio e poco per volta il latte vegetale... il quantitativo è indicativo potrebbe servirne un pò di più o un pò di meno. Quando avremo ottenuto un bell'impasto morbido aggiungiamo gli ingredienti extra (io lo amo o con la buccia e olio essenziale di limone, o alla vaniglia o anche con uvetta e  cannella... mooolto autunnale!), riempiamo gli stampini (avendo cura di ungerli o rivestire con carta forno se non sono di silicone e inforniamo a 180°C per 25 minuti circa. Prova stecchino obbligatoria!

martedì 4 aprile 2017

CREMA DI CASTAGNE

Ciao a tutti!
Comincia a fare caldino.. così io saluto la stagione fredda (e il fondo della farina di castagne) con una crema spalmabile (o anche al cucchiaio).

La ricetta originale viene da qui..

crema castagne vegan leggera


Ci serve:

- 100gr di farina di castagne
- 50gr di zucchero di canna
- 30 gr di cioccolato extrafondente a pezzetti
- 250ml (240gr circa)d'acqua
- vaniglia in polvere (opzionale)






Riunire tutti gli ingredienti in una casseruola, mescolare, porre sul fornello e rigirare con l'aiuto di una frusta. Attendere così qualche minuto continuando a mescolare su fiamma dolce (il cioccolato si scioglie e la crema si addensa). Spegnere e se necessario (se sono rimasti grumi) dare una veloce passata con frullatore a immarsione.
Travasare e gustare come m
eglio credete ^-^